Restauro della facciata della Banca d’Italia di Ascoli Piceno

Ascoli Piceno -

L'intervento ha riguardato il restauro della facciata della sede della Banca D’Italia, nella porzione affacciata su Largo dei Cataldi, angolo con Corso Mazzini.

L’intervento ha riguardato il ripristino di capitelli, volute e cornici, il rifacimento dell’intonaco e la successiva tinteggiatura velata, e il ripristino delle grondaie. L’edificio settecentesco, denominato Palazzo Cataldi, è uno dei più significativi del centro storico ascolano.

Dettaglio di uno dei capitelli che decorano l'edificio

Vista delle cornici barocche

Il fabbricato, realizzato ad opera dell’architetto Gaetano Maggi, rappresenta un mirabile esempio di “barocco fiorito”. La sua facciata è stata completata nel 1929 da uno dei più illustri progettisti italiani dell’epoca: Cesare Bazzani. L’architetto romano fece ben quattro diverse ipotesi per il portale d’ingresso, prima di scegliere la proposta più in armonia con lo stile barocco del Monumento.

 

 

Scorcio della prestigiosa facciata del Palazzo Cataldi

L'interesse da parte nostra per questo restauro è dovuto al fatto che l'edificio, risalente al XVIII Secolo, che oggi ospita la Banca d'Italia, nobilita tutto il panorama cittadino di Ascoli Piceno. Il palazzo infatti presenta sulla facciata ornamenti e balconi aggiunti nel 1928, mentre al suo interno è conservato un muro di travertino, resto di un edificio romano.

Restauri

La nostra esperienza e le nostre conoscenze al servizio della valorizzazione del passato.